Canali di raccolta e trattamento delle acque

A proposito delle soluzioni per i canali di raccolta lineare ecco un’ interessante applicazione realizzata in Sicilia per il nuovo prodotto della famiglia Hauraton: DRAINFIX CLEAN

Si tratta di un canale di raccolta lineare che permette, oltre al convoglio dell’acqua, un ulteriore trattamento di filtraggio da tutti gli elementi e micro organismi che possono inquinarla come metalli, olii e particelle in sospensione.

I vantaggi principali sono:

Bassi costi di installazione;
Riduzione delle aree occupate per la fase del trattamento;
Riduzione dei lavori di scavo da effettuare;
Bassi costi di manutenzione e interventi meno frequenti;
Campo ideale di applicazione è quello in cui siano richiesti elevati classi di carico, fino alla classe F900;

Sostituiscono di fatto i disoleatori e restituiscono le acque, dopo il trattamento, in conformità agli obblighi del legislatore.

Vista l’elevata qualità del prodotto è possibile rilasciare le relative dichiarazioni di prestazione (DoP)

 

Ecco una breve FAQ che riassume i punti di interesse, che spesso sono alla base delle domande dei clienti:

1) Costi e tipologia di manutenzione
La manutenzione del sistema DRAINFIX CLEAN è semplice e veloce. Basta eliminare lo strato (chiamato filtro) che si deposita in superficie. Ciò significa che i costi sono molto bassi.
Ogni quanto tempo questo filtro superficiale debba essere rimosso, dipende da diversi parametri e fattori (ad esempio dimensioni dell’area di drenaggio relativa ad 1 metro di canale, dal grado di inquinamento del piazzale, dalla tipologia di inquinante e dall’intensità di pioggia). A seconda di questi parametri, il periodo di tempo può variare da 2 a 10 anni.

2) Conferimento a discarica dei prodotti derivanti dalla attività di manutenzione
Lo strato superficiale che viene rimosso durante la manutenzione dovrà essere smaltito nei depositi per rifiuti tossici con un intervallo che supera i 5 anni.

3) Tempi di smaltimento del bacino idrico formatosi a seguito dell’evento (capacità drenante del filtro)
Il tempo di smaltimento del canale dipende dalla permeabilità del filtro (infatti, con il passare del tempo, il filtro perde la permeabilità iniziale) ma questo tempo non dovrebbe superare i 45 minuti. Se si vuole un tempo minore, bisogna fare più frequentemente la manutenzione e quindi rimuovere più spesso lo strato superficiale.
Durante la fase del dimensionamento viene sempre verificato che lo spazio sovrastante lo strato filtrante sia sufficiente ad impedire la fuoriuscita dell’acqua dal canale impedendo così problematiche ed eventi come l’aquaplaning.

Vista l’innovazione e le maggiori performance del prodotto è da considerare nello studio di gare con miglioria tecnica.

per ulteriori informazioni, non esitate a contattaci!